Tutti a casa!

Crollo

Tutti a casa.
Non siete d’accordo con il programma di governo che avete firmato? Tradite la coalizione che vi ha fatto votare e vi ha permesso di candidarvi? A casa.
A casa, nel senso che il seggio lo mollate brutti stronzi! E si. E’ comodo fare i dissidenti e poi rimanere seduti in Parlamento. Fouri dalle palle cari intransigenti! Volete Silvio? Si? Allora spiegatelo ai sinistroidi radicali che vi han votato. Meglio Silvio! Meglio Silvio! Ditelo a chi vi ha votato, siate coerenti e poi dimettetevi.
Ora siamo pronti a 10 anni di centro destra (almeno). Siete felici? Siate felici di andare all’opposizione ed aspettatevi un ritorno di Silvio inferocito e implacabile.
E con lui torneranno Calderoli, Gasparri, Bondi, Schifani, Fini, La Russa… bella gente eh?
Meglio di Prodi eh? Bravi. Siete esseri inutili.

Stranamente ieri Confalonieri usciva cornuto e mazziato dalla Camera con la sicurezza che Mediaset si beccava il tetto del 40% di pubblicità e una rete sul Digitale. E il giorno dopo cade il governo. E cade su una missione di “pace” che ha voluto Silvio e su una base militare che ha voluto Silvio. Curioso.
E cade dopo un discorso al Senato di D’Alema che è stato (a detta anche della destra) un capolavoro di retorica, arte oratoria e coerenza politica.

Stasera festeggiano: Industriali, evasori fiscali, lobbisti, vescovi, guerrafondai e quelli che vi stavano piazzando la TAV sotto casa senza neanche chiedervelo.
Ma soprattutto festeggia Silvio. E non ha fatto nulla, abbiamo fatto tutto da soli.
E noi abbiamo passato mesi a parlare di Partito Democratico, della discesa in campo della società civile, della generazione “dei quarantenni”, di Veltroni, ecc. ecc.
Questa Nazione non è sana. Questo popolo non è sano. Qui ci meritiamo le peggio cose.
Anche e soprattutto per colpa della sinistra che si uccide da sola.

Non ho nessun desiderio di un governo diverso da quello dell’Unione ma rivendico la possibilità di scegliere. Per 8 mesi non ho potuto farlo. (Franco Turigliatto)

Che deve fare uno che quando D’Alema “faceva bombardare la Jugoslavia” si trovava sul posto “per testimoniare la mia solidarietà agli aggrediti. E’ una storia che viene da lontano (Fernando Rossi).

(fonte: Repubblica.it)

Share

Ti potrebbe piacere anche...

39 commenti

  1. Ti invidio la capacità di incazzarti.
    Io l’ho persa: ormai l’unica cosa che riesco a fare in situazioni come queste è ridere, ridere amaramente.
    Non sono vecchio anagraficamente e quindi con tanta vista vissuta e delusioni: sono solamente vecchio dentro. Invecchiato dentro prematuramente.
    Ti invidio.

  2. in ambito politico, purtroppo, devo schierarmi con Alberto. Mi hanno svuotato completamente, mi sembrano unteatrino di pupi senza significato e senza contatto con la realtà.

  3. Grazie!
    Sei riuscito a esprimere perfettamente quello che provo anche io.
    Un solo dubbio atroce: ma alle prossime elzioni chi ha ancora il coraggio di votarli, questi qui? altro che il naso ci si dovrà turare…

  4. Hai ragione, niente di più vero, hai sintetizzato tutto in poche parole, credo che tutti noi di sinistra. dico la vera sinistra, non quella radicale che cavalca le peggiori situazioni di disagio la pensiamo in questo modo, ma vedi, non tutti la pensano così, credo ke ieri sera turigliatto e rossi siano stati al centro di una orgia gay organizzata dai loro superiori che, almeno in questo caso, sono parsi totalmente estranei alla votazione.

  5. Persone come Rossi o Turigliatto, o sono completamente fuori dal mondo o hanno un loro preciso tornaconto. Non si capisce cosa esattamente li scontenti. In meno di 1 anno il Governo Prodi – che loro accusano di essere reazionario e conservatore – ha approvato l’indulto, i DICO, la lotta dura all’evasione fiscale per colpire i ricchi speculatori, le prime timide liberalizzazioni del sistema economico italiano, importantissime misure per l’occupazione (call center, FIAT, precari della PA). Che c***o vorrebbero di più? L’alleanza militare con i Palestinesi, la guerra agli USA, la chiusura del Parlamento e l’avvio dei Soviet???? Il fatto è che non sanno nemmeno loro cosa vorrebbero. Rappresentano quella parte lurida della società che conosce solo la parola DISTRUGGERE e non sfiora nemmeno il significato della parola COSTRUIRE. Democrazia è rispetto della maggioranza: loro, invece, credono nella dittatura della minoranza (secondo il modello bolscevico, appunto). Piuttosto che riforme graduali ma incisive, preferiscono il ritorno di Berlusconi. Perchè nell’infima fogna della loro opposizione estrema sanno sguazzare benissimo: la responsabilità di Governo, invece, li appanna in ruoli da comprimari che non sanno e non vogliono giocare.

  6. Purtroppo ho paura che l’alternativa sia la nuova DC costituita da Margherita, UDC, Buona Parte dei DS, Ulivo, Follini, ecc… e questo è molto peggio di Berlusconi.
    Purtroppo ho anche la brutta sensazione che Prodi e Co. a questo volessero arrivare, anche perchè si sa dal primo giorno che al Senato si stava su una gamba sola.
    Per quanto riguarda i Rossi e i Turigliatto purtroppo c’è poco da dire, i trozchisti non dovrebbero neppure essere candidati, figuriamoci eletti!

  7. un po tardi per arrabbiarsi.quindi se uno scelto dal partito non vota sempre per il partito anche quando ha un idea sua ben precisa è un dissidente stronzo?si esula un po dal concetto di democrazia.poi fossi stato al posto di D’Alema ci avrei pensato un attimo in più prima di pronunciare le parole “o si è tutti uniti in politica estera oppure andiamo a casa” perchè poi ci si frega. la seconda opzione è Silvio e non c’è nulla da ridere, ma tutti in cuor loro sapevano che questa raffazzonata e menzoniera maggioranza sarebbe crollata subito.e son pure contento da una parte.dall’altra no, perchè chi veramente andrà nella cacca più sciolta siamo noi che ancora ci arrabbiamo inutilmente contro questo teatrino patetico.

  8. Io non mi incazzo perchè non li ho votati e sapevo che sarebbe andata a finire così.

    Il problema è che i sinistrodi di oggi pur di non staccarsi dalla poltrona sono capaci di vendere ad un commerciante di organi la propria madre e quindi pur di non vedersi sbattuti a casa temo che vedremo l’ennesimo deludente rimpasto che farà ancora più danni di questi dieci mesi scarsi di governo del belin.

    Contenti quelli che li hanno votati contenti tutti. Dico solo che a fine anno sono arrivati a raffica una serie di dati incoraggianti sull’economia italiana che credo siano frutto dei 5 anni di governo Berlusconi, quindi poi tanto male 10 anni di governo Berlusconi se così sarà non potranno che essere meglio di un solo secondo di governo della sinistra italiana.

  9. i dati economici possono anche essere frutto di “anni di governo di destra”, ma non solo, direi che un anno di governo prodi ha dei meriti (non discussi neanche dal Tremonti)…

  10. Forse davide, hai la memoria ben corta, ti dimentichi che nella prima estete di legislatura, berlusconi ha cominciato con i rimpasti, lo ricorcordi ancora il primo ministro degli esteri? lo ricordi scaiola e le sue pessime attività? ricordi che prima aveva un ministero e poi gliene è stato affidato un altro? ricordi i 3(2) ministri dell’economia? come vedi, alle porcate non c’è limite…
    Romano, Avanti tutta!
    PS
    La maggioranza anche se limitata è dell’Unione…

  11. Eppure, tra teni di parolacce, c’è ancora chi considera Rossi un eroe. Basta leggersi il suo blog “officina comunista”. Abbiamo il paese che ci meritiamo, in fondo…

  12. Leggevo oggi che un responsabile nazionale di rifondazione parlando con turigliatto, gli abbia fatto presente delle centinaia di email giunte al sito nazionale di rifondazione!

  13. eppure ha avuto coraggio.se tutti devono dire si padrone ad ogni richiamo..allora quale democrazia?
    la maggioranza c’è, vero, ma non pensi forse che la sconfitta era destinata a manifestarsi al più presto?un poco di onestà dai..diamo fiducia ad un Prodi bis..va bene..tra 15 giorni si torna in aula per l’Afghanistan..e dopo facciamo altro rimpasto, un tris magari?..poi certo l’incombere a grandi falcate di un certo Berlusconi non da molta sicurezza…insomma non esiste una piena soluzione..solo piccoli tentativi e molta incertezza.

  14. La colpa non e’ solo dei due che non hanno votato ma anche degli elettori che li hanno sostenuti e che piu’ volte hanno detto le stesse cose che dicono i due senatori (anche nei blog) per poi trovarsi con tante belle chiacchiere e niente in mano. Complimenti.

  15. A Turigliatto riconosco almeno l’onestà di essersi dimesso subito dopo. Folle ma coerente. Ma Rossi? Il signor Rossi si è fatto eleggere come senatore in una lista Verdi-Pdci e il giorno dopo le elezioni ha detto: “mi spiace, ma io non mi riconosco nel vostro programma”. E si è sganciato. Mi direte, poteva accorgersi che non condivideva il programma prima delle elezioni…Ma questo accade alle persone normali. E Rossi, già a sentirlo parlare, vengono dubbi…Il problema, tuttavia, non è tanto quello dei 2 senatori. Rossi e Turigliatto rappresentano davvero decine di migliaia di persone che la pensano come loro. Come milioni la pensano come Berlusconi. Come milioni NON la pensano come NON la pensano i DS. E noi italiani, quindi, abbiamo la classe politica che ci meritiamo….

  16. Io credo che per quanto riguarda i dati economici arrivati verso ottobre, quando si discuteva sull’accesa finanziaria, ed erano passati all’incirca 6-7 mesi di governo non si possa affatto discutere: è stato fatto un lavoro decente per rattoppare i buchi di un Paese che non è da ieri che perde acqua da tutte le parti. E ad affermarlo non sono io o Tremonti ma sono i dati e gli studi Ocse e della Comunità Europea che dovrebbero essere super-partes.

    Poi io sinceramente dopo tutti gli scioperi che ci sono stati contro la finanziaria (la manifestazione di 2.000.000 di persone la vogliamo ricordare!?!), le figure di m….a fatte in più circostanze da Prodi che più che il Presidente del Consiglio dei Ministri di un Paese civile ha fatto la figura del pescivendolo della porta accanto, l’incompetenza degli attuali Ministri (cioè Di Pietro se gli volevi far fare il Ministro faglielo fare della Giustizia, Mastella con la giustizia che c’azzegga, per non parlare di quelli che sembrano dei barboni, ok l’aspetto non conta però un attimino di contegno), il fatto che in più di un’occasione siano stati in piedi grazie ai voti dell’opposizione, il fato che si auto-contestano e lo fanno pure male (a Vicenza c’erano 200.000 persone paragoniamole a quelle presenti a Roma e ne deduciamo che non c’è un minimo di compattezza), poi ci sarebbe da parlare delle ex-BR con incarichi istituzionali ma su questo non sono molto informato.

    Direi che tutto questo può bastare per 100 anni di Berlusconi. Semplicemente perchè gli altri non sono capaci a governare. Vadano a casa e non si ricandidino ingannando con false promesse messe nero su bianco gli elettori.

  17. in effetti è vero.gente che si autocontesta dopo non può andar d accordo.è una maggiornaza (un paese, meglio)pieno di contraddizioni forti. almeno a vicenza son tornate le bandiere della pace arcobaleno.pensavo le avessero buttate in vista del nuovo governo. comico e triste vedere migliaia di persone sfilare per una manifestazione contro una base che il presidente del consiglio comunque avrebbe (ora forse) fatto. si parlava di tav.io ho sentito dire da un ceto Padoa Schioppa che la tav si farà perchè l’europa lo chiede…

  18. Ma chi è che si autocontesta? fatemi capire perchè proprio non ci riesco, sarò che sono fatto male ma non lo capisco.
    Se poi si parla della manifestazione di Vicenza, vorrei far presente a coloro che stamattina sbandierano il drappo dell’autocontestazione, che è stato un atto d’altissima democrazia e di cultura.
    Vedete, in una coalizione pluralista libera, se qualcuno non la pensa come il suo collega, è libero di dirlo e magari anche di votare contro, cosa che non avviene in una coalizione chiusa ed ottusa, dove il duce dice e ordina e tutti gli altri battono i tacchi ed eseguono, questa è la casa delle libertà, dove il padrone di casa è il duce silvio e tutti gli altri, compresi gli elettori, sono non gli inquilini di questa casa, ma solamente dei magiordomi, pronti a battere i tacchi quando a lui serve una legge per non essere condannato piuttosto una legge per difendere il suo padtrimonio, piuttosto che una legge per incentivare la vendita dei decoder per mediaset e così via, volete che vada avanti? i frequentatori di questo blog non mi sembrano così allocchi da non ricordare quello che non è stato fatto.
    Per sommi capi l’operato dell’unioneinizialmente poteva essere un preseguimento di quello della CdL, basta vedere l’ampio consenso all’indulto che Berlusconi non ha mai avuto la faccia per farlo, basta pensare alle riforme davvero liberiste e non il liberismo predicato dal Cavaliere, insomma…
    I dati ocse non so se tu ne hai diversi, ma per la prima volta sento l’europa parlar bene di una finanziaria italiana, oltretutto fatta in piena emergenza economica, 2.000.000 in piazza, se proprio vogliamo dire che erano quel numero li, non sono arrivati al numero di persone portate in piazza a roma dalla manifestazione della CGIL, un solo sindacato… non una coalizione politica… e poi anche li, mi viene da ridere, pensando a quei pagliacci di tassisti e farmacisti, gli avvocati che dicono di non arrivare a fine mese… se questa è la credibilità amici…
    Poi attento a come parli, sento odore di strumentalizzazione, non parlare di BR, almeno noi non abbiamo in lista gente dichiaratamente Fascista, razzista e xenofoba, la peggio razza, alleati di berlusconi ci sono quei partiti canaglia, quindi occhio a generalizzare…
    Forse hai ragione a dire che Mastella non centra nulla con la giustizia, ma dopo 5 anni di opere inutili finanziate pagate e mai realizzate, era doveroso mettere una persona come Di Pietro ai lavori pubblici, sai, negli ultimi 5 anni con Lunardi, chi pagava (ministero) ed impresa appaltatrice corrispondevano, quindi un cambiamento di rotta era necessario! 😀

  19. Beh, anche Lex Luthor è meglio della Banda Berlusconi… questo non sarà solo la storia a dirlo, ma gli esami epatici di 50 milioni di italiani…

  20. Era prevedibile. Per governare Prodi ha chiesto l’aiuto a certi personaggi (fra i quali Luxuria e Caruso oltre a Rossi e Turigliatto) e adesso ne paga le conseguenze. Ma lo sapeva, lo sapevano e lo sapevamo. E questi dieci mesi di governo (che in realtà sono sei) hanno solo confermato che la sinistra in Italia non è in grado di governare. E mi tocca dire: “te l’avevo detto IO!”. E questi dieci mesi sono serviti a Berlusconi per riprendersi i suoi elettori…

  21. Raffaele guarda che è inutile che ti infervori per difendere l’indifendibile.

    Purtroppo in Italia a livello di classe dirigente e quindi di politici siamo messi veramente male. La sinistra si arrocca su delle posizioni che forse potevano andare bene agli inizi del ‘900 quando c’era davvero la gente che moriva di fame: oggi l’assistenzialismo visto come lo vede questa parte politica è vecchio e stravecchio. Le ideologie si devono aggiornare e stare al passo coi tempi. Oggi non si muore più di fame e con le ideologie sinistroidi non si fa altro che togliere a chi vive dignitosamente per dare ai fancazzisti. Nella società odierna vista dalla sinistra vivi bene se non hai voglia di fare niente e farti mantenere dallo stato. Se hai un reddito fisso e vivi normalmente sei tartassato da tutte le parti.

    Almeno dall’altra parte, anche se non cambia molto, anche se ci sarà un conflitto di interessi c’è l’impegno di aggiornarsi un attimino e stare al passo con i tempi e capire i problemi della società che cambia. E c’è coerenza e soprattutto il coraggio di metterci la faccia. Dall’altro lato io vedo parecchi conigli. Tutti pronti a contestare, manifestare, protestare, far dichiarazioni da sconsiderati e poi quando è il momento di abbandonare il seggio, in pochi danno seguito alle parole: in pochissimi.

    Purtroppo a mio modo di vedere scegliere l’altra parte politica attualmente è scegliere il meno peggio.

  22. P.S. L’Europa che abbia parlato bene dell’attuale finanziaria dove l’hai letto scusa?
    Per quanto riguarda le BR è risaputo che in Rifondazione Comunista ci sia qualcuno che sia stato condannato negli anni ottanta per terrorismo di matrice brigatista non me lo invento certo io, e se non sbaglio dovrebbe ricoprire pure qualche incarico importante per conto del Barone Rosso nelle stanze della presidenza della Camera. Non è così? Correggimi se sbaglio.

  23. X ANDRE: le bandiere della Pace non sono un bene assoluto. Mi sembra che siano diventate – in modo arbitrario – un simbolo “di parte”, e la Pace non dovrebbere essere “di parte”. Poi, mi sembra che molta gente si riempa la bocca con la parola pace quasi fosse un mantra rassicurante, senza riflettere sulla realtà delle cose. Volete abbandonare l’Afghanistan a sè stesso? Alla furia cieca dei talebani? Ma chi parla di pace, allora rinnega anche i partigiani che lottavano contro l’occupazione nazista? E, infine, ma come si fa a parlare di pace praticando la violenza verbale e fisica. E anche sbattersene del bene dello Stato, degli alleati di governo, dei diritti della maggioranza è un atto di guerra….

  24. Beh, se dici che in italia non c’è gente che sta male forse è vero, però io ti parlo di mia nonna, morta a novembre in una clinica privata, dove il sacrificio di 7 figli è stato necessario per pagare la retta mensile! Gli ospedali pubblici non esistono più, o sei assicurato ed hai l’assistenza oppure vai in clinica paghi e ringrazi! questa non è fame? questo non è malessere? se rifondazione esiste è grazie a berlusconi che dopo aver mandato la gente col culo atterra questi ultimi che si sono sentiti a disagio hanno votato la sinistra estrema! L’elettore di rifondazione è una creatura berlusconiana!

  25. Capisco lo sfogo ed anzi, lo condivido, però ochio a dare la caccia all’ untore: tutto possiamo dire alla classe dirigente di centro-sx tranne che sia di “primo pelo” e se il Ministro degli Esteri porta in aula una proposta così rilevante politicamente non può prima non fare tutti i calcoli del caso… con questo non do la colpa a nessuno dico solo a chi come me preferisce qualsiasi cosa a Berlusconi di riinghiottire il boccone (io giuro che sono pronto a tutto) e guardare avanti…
    W Prodi bis
    W Prodi tris
    W Prodi quater….

  26. Ok la contestazione e il dissenso all’interno della coalizione ma no al suicidio, questo e’ stupido. E gli elettori di rifondazione & C dovranno capirlo prima o poi. Elettori ed eletti.

    O vogliamo vedere ancora Tremonti che ci dice quanto e’ bravo? Berlusconi al parlamento europeo che da’ del kapo’ ad un socialista tedesco? Calderoli con una maglietta con vignette su Maometto?

  27. ognuno può dir la sua in parlamento.poi viene schiaffeggiato prima moralmnte e dopo fisicamente.ma chi si riempie la bocca di sinistra seguendo alla cieca ogni scampolo di moda non capirà mai dove sta la trappola.la tav si farà, c’è scritto nei 12 punti del premier per il rilancio del governo.volete il Prodi bis?le bandiere sono un simbolo di parte solo se sventolate in faccia al governo di parte opposta.i girotondi sul rifinanziamento che si andrà a votare io non li ho visti.siamo almeno seri.l’odio verso Berlusconi e verso tutta la classe di sinistra mi sembra di per se una bella generalizzazione..non parliamo di Br..va bene.i discorsi scomodi li sorvoliamo..usare la strumentalizzazione come attacco mi sembra il modo più comodo per sviare certi problemi.

  28. Nella spasmodica ricerca dei “colpevoli” mi sembra interessante il Buongiorno del Gramellini stamane:

    “Vergogna, il ministro ha cambiato in corsa una legge pur di consentire alla Rai di pagare i compensi milionari di Pippo Baudo e Michelle Hunziker. Peccato che i presentatori del prossimo Sanremo non guadagnino certe cifre in virtù di una congiura cosmica, ma perché molti di noi seguono i loro programmi, leggono i pettegolezzi che li riguardano e comprano i prodotti a cui fanno pubblicità. Vergogna, i partiti dello «zero virgola» dettano condizioni assurde e fanno cadere i governi. Peccato che esistano perché molti di noi li votano: l’idealismo suicida o il calcolo di bottega che giustamente attribuiamo alle loro scelte parlamentari sono gli stessi impulsi che inducono milioni di persone a indicarli sulla scheda, invece di concentrarsi sui simboli maggiori.

    Due esempi di attualità fra i tanti, per ribadire la più impopolare delle prediche: il sistema che ci sovrasta non è frutto del complotto di un’élite, ma il risultato di milioni di scelte individuali. E finché queste scelte – in famiglia, sul lavoro, alle urne, davanti alla tv – verranno compiute senza coscienza, cioè senza rendersi conto che il principio di causa ed effetto le tramuterà in eventi a noi sgraditi, saremo condannati a ripeterle all’infinito, all’infinito lamentandocene con il tipico mormorio dei perdenti: attribuendo ad altri la responsabilità di ciò che dipende anzitutto da noi. Se solo lo capissimo, diventeremmo i padroni della nostra vita. Augh.”

  29. quoto :”Vedete, in una coalizione pluralista libera, se qualcuno non la pensa come il suo collega, è libero di dirlo e magari anche di votare contro..”

    dillo a Diliberto che a ballarò consiglia a Rossi and company di non ripresentarsi nei rispettivi paesi per almeno 6 anni, perchè correrebbero il rischio di essere rincorsi con i forconi…
    alla facciazza della libertà…