Far sì che le cose accadano.

rifletterePiù passano gli anni, più mi rendo conto che nella vita non esiste fortuna o sfortuna, esistono catene di eventi che uno può o non può prevedere. Si manifestano però, in genere, due condizioni. O uno aspetta e spera che non gli accada nulla di male o uno si prepara per ogni evenienza sperando di essere sempre all’altezza della situazione. Forse io faccio parte più del secondo fronte (e da qui derivano le mie famose “ansie”). Il fronte di chi pensa sempre – o quasi – che l’unica condizione possibile sia essere sempre pronti, in modo sufficiente, secondo le proprie forze e capacità del momento, a gestire le situazioni.

Poi c’è un’altra strategia, che a volte riesco a portare avanti e a volte no: far sì che le cose accadano.
E quando ci riesco mi sento bene. Decisamente bene.

Un consiglio a Renzi, ottimizzare le forze dell’ordine…

carabinieri-2

Caro Matteo, vedo che ti stai dando parecchio da fare. Me ne compiaccio. Continui a rimanermi antipatico, ma la “politica del fare” (che non è mai stata molto di sinistra a dire il vero) mi piace. Poche parole e più fatti, anche se sei in TV più del Papa.

Un consiglio… (se lo accetti). Hai mai pensato a quanto si risparmierebbe eliminando tutte le “polizie” che abbiamo in Italia? Mi spiego meglio.

Siamo l’unica nazione al mondo ad avere:

- Polizia di Stato
- Carabinieri (sono militari, ma cambia poco)
- Vigili Urbani
- Polizia Penitenziaria
- Polizia Postale (fa parte della Polizia di Stato)
- Polizia Ferroviaria (fa parte della Polizia di Stato)
- Capitaneria di Porto
- Guardia di Finanza
- Corpo Forestale dello Stato

Mal contati sono 7 corpi di “polizia” indipendenti.
Ogni “polizia” ha i suoi dirigenti (graduati), molto ben pagati; i suoi operativi; i suoi mezzi di mare, di terra, di cielo; le sue caserme; i suoi impiegati e diverse forme pensionistiche.
E uniformare il tutto? Capisco che i CC debbano rimanere per forma di prestigio e di storia. Capisco che tutti vogliano avere la loro parte e le loro competenze. Capisco che senza i Finanzieri in Italia evaderebbero anche i semafori. Ma francamente tutto questo non ti pare ridicolo?

Due numeri per capirci (da Wikipedia)
Nel 2005 la Polizia di Stato contava un totale di 105.324 agenti (di cui oltre 15.000 donne) così ripartiti: 893 dirigenti, 1.839 vice questori, 723 commissari capo, 19.230 ispettori, 666 vice ispettori, 13.677 sovrintendenti, 38.976 assistenti, 29.320 agenti.
Nel 2011 l’Arma dei Carabinieri contava una forza organica di 114.778 uomini così ripartiti: 3.797 ufficiali, 29.531 marescialli, 20.000 brigadieri, 61.450 tra appuntati e carabinieri.
A cui sono da aggiungere 2896 militari in forza extra-organica ripartiti nei vari ruoli e 1042 allievi per un totale di 118.716 carabinieri. I finanzieri sono circa 65.000, i forestali sono circa 8.500, ecc. ecc.

Sono numeri inquietanti se pensiamo che ognuno ha la sua organizzazione (spesso ridondata sul territorio e in sovrapposizione con le altre forze dell’ordine) e i propri mezzi (aerei, auto, navi, camion, elicotteri, ecc.) e che ad esempio, nel caso dei forestali, ci troviamo con molti meno effettivi di quelli che servirebbero…

Ottimizziamo. Dimezziamo. Eliminiamo.
O è una cosa impossibile? Ci teniamo le nostre 7 polizie per far contenti tutti?
A volte viene da pensare che invece di avere sul territorio tante forze dell’ordine abbiamo solo tanto disordine e inefficienza.

Il blog di Andrea Toso. Pensato per menti pigre, molto pigre (since 2003).