Schifo

vomito

Evidentemente quello che sta succedendo in Italia mi fa schifo.
Non mi fido più di questa nazione e dei suoi abitanti, qualunquisti che non si sa bene da che parte stiano, che pensano solo ai loro interessi.
La brava gente c’è, ma non si vede. Gli stronzi sono dappertutto, li individui con una battuta e capisci tante cose nel giro di uno sguardo, un salamelecco, un istante. Baristi, manager, assicuratori, veline, zoccole, venditori di fumo, personaggi da banchina dell’autobus. Brutta gente, c’è n’è tanta, troppa.
Il popolo degli inciucioni, degli “interessati”, ma soprattutto un popolo di gente che tende a voler fregare il prossimo, il tutto condito da un sano vittimismo tutto italiota e dal “così fan tutti”… con sfumature razziste e di ignoranza pura.
Io non so come reagire, se non chiudendomi a riccio.
Una risata vi seppellirà – forse.
Intanto l’unico scampolo di sorriso arriva sempre da qui. E meno male.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

11 commenti

  1. Caro Axell, in questo Natale ti auguro di avere solo pensieri positivi, a dispetto di questo schifo di Italia. Un abbraccio grosso, da una inguaribile ottimista (ma daltronde come posso essere pessimista con un terzo figlio in arrivo?).
    Auguri.
    Cri

  2. Mi sono soffermato su questo blog perche’ condivido in pieno quello che hai scritto. Vorrei solo aggiungere che. purtroppo, questa classe politica rispecchia il popolo italiano e viceversa. E’ tragico, ma e’ cosi’. Siamo subbissati di aumenti e rincari, basta solo soffermarsi sugli aumenti dei pedaggi autostradali, in un anno ha raggiunto il 25%. Non so sinceramente fino a quando gli italiani potranno sopportare questa situazione, forse, secondo me, quando non potranno mettere insieme il pranzo con la cena, ecco allora succedera’ qualcosa di irreparabile a livello civile. Mentre tutta la casta politica si crogiola con lauti stipendi, presenziando nei salotti televisivi blaterando cialtronerie condite di buoni propositi, fanno anche finta di litigare per poi andare insieme a cena, prendendoci per il c.lo. Fondamentalmente non ho l’indole del sovversivo, ma qualcosa succedera’ a breve. Come e’ gia’ successo in alcune nazioni europee recentemente. Buon anno..

  3. Vorrei aggiungere,anch’io,qualcosa che è sfuggito:il nostro piangerci addosso come se le nostre sciagure venissero dal cielo.
    Basta! si, è ora di parlare meno e di agire di più.
    Il nostro destino non è un fatto che dobbiamo sopportare ma,è fatto dalla nostra volontà,dal nostro impegno,dalla nostra capacità.
    Allora,misuriamo,una volta tanto,ciò che siamo in grado di fare!
    Ci accorgeremo che non esiste popolo al mondo che,come noi italiani,nella loro millenaria storia,nelle situazioni più difficili,ha saputo sempre trovare la maniera di sopravvivere

  4. purtroppo, e dico purtroppo, ti devo dar ragione in toto anche se vorrei in cuor mio che tu avessi torto, ma non ce l’hai, anzi …
    … veramente un brutto vivere per uno come me, normalissimo intendiamoci, ma che subisce giornalmente queste cose ed invece di ripagare con la stessa moneta cerca, nel suo piccolo, di dare a questi “individui” una risposta completamente opposta

  5. Ragazzi, perche vedere la ns italia in questo modo,
    SIETE SOLO DEI DEPORESSI PERCHE NELLA VITA NON AVETE MAI AVUTO NESSUN INTERESSE, MAMMA E BABBO VI HANNO DATA TUTTO, NULLA VI ATTRAE.
    Se questo e’ il Vs, reale pernsiero non Vi resta che un ponte,
    OPPURE fate come san francesco, lasciate tutto e cominciate a vivere per gli altri
    donate agli altri la vs. vita

  6. RAGAZZIi, perche vedere la ns italia ( IL MONDO O LA VITA) in questo modo,
    SIETE SOLO DEI DEPRESSI PERCHE NELLA VITA NON AVETE MAI AVUTO NESSUN INTERESSE, MAMMA E BABBO VI HANNO DATO TUTTO, IN REALTA NULLA VI ATTRAE, VI INTERESSA siete scialbi, vuoti
    Se questo e’ il Vs, reale pensiero non Vi resta che un ponte,
    OPPURE fate come san francesco, lasciate tutto e cominciate a vivere per gli altri
    donate agli altri la vs. vita.

    l’aumento dell’autostrada le colpe del governo sono solo scuse per nascondere il Vs reale fallimento di vita

  7. Mi sono sentito un po’ rimbeccato da Atos e per questo mi corre l’obbligo di fare una una considerazione ed una precisazione. Tempo ce n’e’ visto che oggi e’ festa. Non si tratta di depressione o perche’ nella vita non ho avuto niente, oppure perche’ non abbia avuto interessi, tutt’altro, accidenti!!! Il pensiero che io volevo esprimere e’ che, appunto, tutte queste prerogative per cui la vita vale bene di essere vissuta, presto verranno meno un po’ per tutti, credo. A ppunto perche’ la societa’ pian piano si sta deteriorando a causa di una classe politico-dirigente che da almeno vent’anni, ha creato degli stereotipi sbagliati, diffusi da quella cattiva maestra che si chiama TV. La mia amarezza ed il mio pessimismo e’ determinato proprio da questi valori sbagliati diffusi e generalizzati che sta riducendo la nostra societa’ in un universo di veline, poi date in “prestito” alla politica. Io non mi sento e non vorrei essere rappresentato da questi personaggi che nulla hanno a che fare con la POLITICA vera…. Potrei continuare ma piu’ scrivo piu’ metto a dura prova il mio gia’ logoro sistema nervoso… Di nuovo buon anno anche a chi non la pensa come me.

  8. Breve postilla. Caro Atos ti posso assicurare (scusa se ti do’ del tu), ti posso assicurare che non ho avuto fallimenti nella vita, ne’ morali, ne’ materiali. Ho alluso ai rincari autostradali eccessivi sol perche’ percorro l’autostrada Pescara-Roma quasi sessanta volte al mese. Mi sono fatto due conti e mi ero un po’ inc…to. Capisci ? Saluti.

  9. Leggere il giudizio del Sig. Atos mi fa male al cuore.
    Le persone in difficoltà hanno bisogno di sostegno no di
    semplici riduttivi giudizi. Magari tu come me sig. Atos hai trovato la tua strada
    e vivi una vita piena e soddisfacente , ma questo non autorizza al giudizio.
    La famiglia le persone gli stati d’animi i problemi ect. sono i figli della società se ci sono persone a disagio è perchè la società non è in grado di produrre felicità e sicurezza . Quanto durerà non lo sò , ma non molto penso . Per lavoro giro molto all’estero e noto che nelle democrazie moderne le cose stanno notevolmente cambiando . I giovani divengono di più in più risorse e non problemi , come sembrano quelli descritti dal sig. Atos. Coraggio buttarsi giù non serve a niente