Ora i lucchetti sono anche virtuali

Lucchetti a Ponte MilvioScopro da (Extra)OrdinaryLife che esiste un nuovo servizio in stile social network per la raccolta di “lucchetti virtuali” e messaggi amorosi in stile Ponte Milvio.
Si chiama Lucchettiamo.it.
Mi prende l’ansia. Se la nuova generazione di adolescenti si dedica anche virtualmente a ‘ste stronzate mi prende male, malissimo. Siamo a rischio estinzione.

Non posso che concordare con le ultime parole del post sopra citato:

Molto meglio a questo punto un video porno con conseguente pippa, che almeno l’adolescente si sfoga, non si riempie la testa di paturnie e non si ritrova a cambiar lucchetti e serrature ogni mese, a seconda dell’eterna fidanzata di turno…

E se i lucchetti li usassimo per chiudere ‘sti deficienti in tante gabbie scure, buie e senza cibo?

Share

Ti potrebbe piacere anche...

16 commenti

  1. Tutto questo SOCIAL sta desocializzando i nostri giovani … alla fine si flirterà solo virtualmente dalla webcam … troppa fatica e troppo coraggio nel dichiararsi live oramai!!!
    Ironicamente assurdo … quoto il tuo pensiero!

  2. Ma come? finalmente i giovani escono di casa e si staccano dal pc e tu li blasti così? certo, è una moda idiota, è una standardizzazione dei sentimenti e delle manifestazioni dei sentimenti…ma, ripeto, almeno ha fatto uscire i giovani da casa e gli ha fatto scoprire un ponte storico come ponte milvio!

    ciao

  3. Ponte Milvio i “pischelli” lucchettari potevano scoprirlo anche senza lucchetti. Gli idioti che vanno a lucchettare manco lo guardano il ponte e non sanno nemmeno quanto sia importante per Roma. Pensano solo a Moccia…
    .
    Cmq, i lucchetti meglio su Internet che sui monumenti. Fanno emno danni.

  4. “Se la nuova generazione di adolescenti si dedica anche virtualmente a ’ste stronzate mi prende male…”

    Si però mi sembra che il virtuale sia già pieno di stronzate, magari utilizzate da maggiorenni vaccinati! Non credi?

  5. è vero che il virtuale è pieno di stronzate dove bazzicano maggiorenni vaccinati, ma qui il problema non è il gesto in sè.. tutti quanti abbiamo giurato amore eterno a 15 anni.. il problema è seguire il modello moccia/scamarcio/step.. vuol dire che le nuove generazioni non possiedono neppure un briciolo di senso critico..

  6. le nuove generazioni sono come le vecchie… se lo avessimo avuto noi il web avremmo fatto cose becere. concordo con Sara, è il modello culturale che mi angoscia… noi almeno avevano Jerry Calà ad ispirarci 🙂

  7. Moccia ha rovinato una generazione!Che tanto era già bella rovinata di suo.Io ho 23 anni ma questi miei quasi coetanei che fluttuano dai 15 ai 18 mi sembrano alieni.Ma quale Jerry Calà era fonte di ispirazione??Quello di Sapore Di Mare…o de Il Ragazzo Del Pony Express???Libidine!

  8. Moccia ha sicuramente rovinato una generazione. Gli adolescenti, che si trovano in uno stadio di formazione caratteriale, non hanno ancora sviluppato un senso critico e quindi la loro mente può essere facilmente plasmata. Inoltre in questa età ci sono le prime (quanto odio usare questo termine) “cotte”, e Moccia ne ha subito approfittato. Sono sicuro che questo libro sia stato scritto per LUCRO. Ho 13 anni e ho amici e amiche che vedono il personaggio teppistello di step come un eroe, praticamente la loro mente è distorta.