La crisi per alcuni Italiani

Signora 1 – Guardi, questa crisi mi deprime. Non si può pensare mica che sia tutto rimasto come prima sa?
Signora 2 – Non lo dica a me, abbiamo dovuto cambiare un sacco di abitudini, le vacanze ad esempio…
Signora 1 – Non le fate?
Signora 2 – Quasi. Di solito facciamo da fine luglio a fine agosto. Sa prima andiamo un po’ in montagna dove abbiamo una casa, per rilassarci, poi andiamo un mesetto al mare, dove la famiglia di mio marito ha una casa, per un po’ di iodio terapia. Mio marito soffre di sinusite.
Signora 1 – E quest’anno non andate?
Signora 2 – Quest’anno mi sa che faremo un paio di settimane in montagna e un paio al mare, nulla di più. Con ‘sta crisi…
Signora 1 – Mi spiace. Neanche un po’ di sano riposo. Io pensi che vado solo una volta dalla parrucchiera … alla settimana. Non ce la faccio ad andare più spesso.
Signora 2 – Solo una volta alla settimana? No guardi, ci sarà anche la crisi, ma non possiamo permetterle di rovinare le nostre abitudini. Rischiamo seriamente la depressione alla nostra età!
Signora 1 – Ha ragione sa. Prenoto subito una piega, alla faccia della crisi!
Signora 2 – Ben detto. I soldi in fondo non sono mica tutto.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

3 commenti

  1. Bè al di la di tutto ( è ovvio che la crisi abbia ripercussioni diverse anche secondo reddito e lavoro che uno fa ) chi ha casa al mare o in montagna ha una grande fortuna , i miei per dire da anni passano tutto agosto nella casa di campagna , via dalla città e anche lontano dal caos dei posti affollati 🙂