Corso di Mario Kart

Ho finito oggi il corso all’Università, dopo 5 anni mi sono accorto che mi annoio un po’.
Se continuo, l’anno prossimo cambio tutto, l’informatica e i nuovi media sono argomenti alla lunga un po’ pallosi. Utili per carità, ma pur sempre pallosi. Io poi rischio sempre delle derive geek mica da ridere.
Magari l’anno prossimo consiglio un bel corso sui videogame. Sì, perché no?
Già mi vedo a fare gli esami con un bel test pratico di Mario Kart su Wii.
Credo che mi serviranno degli assistenti. Qualche volontario? 🙂

Share

Ti potrebbe piacere anche...

19 commenti

  1. Io non voglio propormi perchè Torino è una città di merda e l’ultima cosa che voglio fare è vivere nella capitale Sabauda.

    Però propongo senza indugio il nome di Kurai. Sui giochi è lui il top!

  2. Samuele ma tu in che città vivi per usare quest’aggettivo così offensivo.
    P.S. Da premettere che io non sono Torinese.

  3. about_I: deriva geek.
    IF geek = fanatico della tecnologia che parte dalla passione per fare innovazione(come, tra il resto insegna Max Pezzali nel suo ultimo libro)

    THEN studente SciDeCom MUST BE (or BECOME) a geek (?).

  4. about_II: noia universitaria.
    io, personalmente (da studente),penso:
    1) idea corso pratico videoludico: io mi iscriverei subito.
    2) but: we still neeeed informatica e nuovi media. quanti altri corsi parlano della realtà mediale del QUI ed ORA? risp: pochi(ssimi). o si parla di vecchi testi sacri (importantissimo, certo). o si parla di tencnologie per i nuovi media (importantissimo, certo). ma del qui ed ora (e, soprattutto, del NEXT) e dell’informatica come funzionale alla medialità (e dunque non fine a se stessa), credo che ci sia tantu tantu bisogno di parlare.
    3) versus la noia? la pratica videoludica io la voto subito, ma poi raccoglierei le firme anche per tavole rotonde, la modalità seminariale, l’insegnamento informale… dialogo e divertimento in funzione dell’apprendimento.

  5. Presente!!
    Però insegnalo in un secondo modulo (il primo è perfetto così com’è), con un proiettore in aula magna e con due birre fresche per gli intervalli tra un torneo e l’altro.. Sarebbe fenomenale!!