Sanremo esiste solo 5 giorni all’anno

Sanremo non esiste. O meglio, esiste, ma durante l’anno è solo una bella cittadina ligure piena di arzilli pensionati piemontesi benestanti.
Per 5 giorni all’anno Sanremo diventa l’Italia, nel bene e nel male, un centrifugato di cose pessime e di cose meno pessime.
Sanremo non è il Festival della Canzone Italiana da più di un decennio. Cos’è? Boh, non lo so… qualcos’altro.
Io non lo seguo da circa un lustro. Ma non è una scelta anti-trash o da snob che preferisce solo la TV di qualità (che praticamente non esiste). Rossi a SanremoNon lo seguo perché mi impressiona, a volte mi scoraggia, altre volte mi fa pensare di essere “diverso”. Insomma, mi mette a disagio. E poi sono i tempi del programma televisivo che mi mettono ansia, troppo lunghi e diluiti. Le canzoni sono penose e l’unico aspetto interessante sembrano essere gli interstizi (come al BarCamp?).
Quindi non seguo, ho visto qualche cantante e ascoltato qualcosa a “campione”. Mi sono fatto la mia idea.
Mi piace la bionda e frizzante Michelle, per il resto mi affido a Enrico, fonte autorevole di pensiero musicale e mio “analista del trash” di riferimento.

(nota: Fenomenale Paolo Rossi, fenomenale…)

Share

Ti potrebbe piacere anche...

2 commenti