Pomeriggi di salute

Quando uno, per qualche motivo, si trova in casa per tre giorni bloccato da una febbriciattola che prima c’è e poi non c’è, poi c’è di nuovo e poi va via, ha un po’ di tempo per fare le cose che di solito non fa, o non vuole fare.

Ad esempio: leggere per intero il giornale del giorno prima.
E ti accorgi che i giornalisti, a dispetto di quanto dice Turani, non sono proprio una casta che non produce schifezze (come invece fanno i blogger secondo le sue parole).
Non cito nome e articolo, ma ieri su La Stampa, un simpatico giornalista, parlando delle ultime Olimpiadi, quelle di Torino 2006, riportava: 3.2 miliardi di telespettatori (eh che cazzo!), quindi è come se per due settimane ci fossero stati circa 280 milioni di spettatori al giorno. Due Superbowl al dì. Mah…

michele cocuzzaE’ vero, non è un grande errore, ma ometto gli altri per pudore. E perché ho già un po’ di nausea embedded
Poi capita che uno passi a guardare la TV (tenendo d’occhio il mega flame scattato di là).
MTV, Qoob e All Music hanno una playlist sconvolgente. Dura pochissimo e ti tocca beccarti la (piacevole) signorina Nelly Furtado che viene programmata ogni 30 minuti sia da All Music sia da MTV.
Quindi passi da talk show nauseabondi (intervista impedibile con la mamma della Mussolini inclusa), a trasmissioni pomeridiane sulle TV Mediaset e Rai che non starebbero in piedi neanche in un’emittente privata, inframmezzate da spot deprimenti come quello del tipo che si mangia il piccione sullo scooter e da telegiornali di vario tipo e vario colore che hanno tutti le stesse notizie.
Si salva un pochetto La7, ma poco poco…
MTV poi ha una serie di trasmissioni sullo “USA life style” che fanno paura. Se i teenagers americani sono tutti così siamo messi malissimo. Si va dalla tipa che setaccia le camere di sconosciuti alla ricerca del tipo da premiare con sé stessa, alla ragazzina sedicenne viziata che deve fare il suo party, alla mamma che esce con il potenziale boy della figlia. Si salva solo il format in cui dei pazzi rifanno da zero la macchina a qualche tamarro/a. E’ talmente trash che risulta anche divertente.
Avvilente.
Cosa raccontare ancora? A parte la noia… a sì… la postina isterica mi ha cazziato… motivo? Perché non trova mai nessuno a casa (!!!). Ok, non c’è mai nessuno, ma ora ci sono io. Non le basta signora? Non le basta. La vedo che si dimena davanti al video citofono furibonda. Le apro mandandola a stendere. Ma si può esser cazziati dalla postina per assenteismo casalingo?

E ‘sta febbriciattola non passa. E anche giocare alla Wii mi fa venire il fiatone!

Share

Ti potrebbe piacere anche...

8 commenti

  1. Cavolo…
    quasi quasi mi convinci a prendermi la febbriciattola…
    da una vita non mi leggo il quotidiano per intero…e quello del giorno prima…ancora più godurioso…
    che tuoi mandarmela in attachment la febbriciattola scusa?

  2. Primo: esci. La febbriciattola non è una cosa grave e, alla peggio, se prendi freddo ti viene 1 giorno di febbre vera e puoi finalmente guarire.

    Secondo: NON HAI ANCORA LETTO LA DONNA DELLA DOMENICA e guardi invece la merda che c’è in tv al pomeriggio?????
    Ti si dovrebbe togliere la cittadinanza torinese a testate!!!! 😀

  3. posto che anche io ti elargisco il mio cazziatone virtuale per non aver ancora letto la donna della domenica, difenderò a spada tratta da chiunque voglia attaccarli i programmi trash/teen/usa di MTV. Lo so che è deprimente vedere che i giovani sono così, ma sono troppo divertenti quando trovano i vibratori nei cassetti delle tipe o quando fanno quelle cose assurde tipo “esci ancora con me o ti prendi 50 testoni” :-DDD
    è inutile mi ipnotizzano.
    Per non parlare di pimp my ride che è il programma più geniale di tutte le televisioni mondiali e che solletica più di ogni altro l’anima zarra che c’è in me…

  4. Davvero esistono torinesi di ottima cultura
    e attenzione che non hanno letto la donna della domenica? Vergogna!!! 😉

    Come programmi di sollazzo consiglio Miami Ink,
    un reality su un gruppo di tatuatori di Miami. Meraviglioso.