Gerolamo Pautasso si è risvegliato!

Siamo di fronte ad un miracolo! Gerolamo Pautasso si è risvegliato.
Dopo 22 anni di coma finalmente ha riaperto gli occhi.
Ricordiamo ai nostri lettori che Gerolamo venne colpito da un grosso blocco di neve ghiacciata caduto da uno dei tetti di Torino dopo l’eccezionale nevicata del gennaio 1987. Dopo il colpo in testa il nulla. Ma ora finalmente Gerolamo è con noi e qui abbiamo la cronaca fedele delle sue prime parole dopo il risveglio.

Gerolamo – Porca paletta che botta!
Medico – Salve Gerolamo, siamo felici che lei si sia risvegliato.
G – Anche io. Ho dormito tanto?
M – Beh sì. 12 anni. Ma ora tutto è a posto, come si sente?
G – Bene. Bene… Come 12 anni??! Ma io dovevo andare a comprare il latte! L’ho comprato? Mia moglie si incazza.
M – Guardi non credo che ormai sia un problema.
G – Non conosce mia moglie.
M – Tutto bene, stia tranquillo, sua moglie ora lavora, è stata avvertita presto sarà qui…
G – Cazzo, e io non ho comprato il latte… Va beh, ma almeno mi dica cosa è successo in questi anni.
M – Ehm. Mi faccia lei delle domande.
G – Uhm … Vediamo. Ah ecco! Io sono del Toro! Abbiamo vinto lo scudetto?
M – Eh già! No. Ma in compenso la Juve è andata in serie B qualche anno fa.
G – Oh cazzo! E io me lo sono perso. Diamine. E poi? Mi dica… Chi è il Presidente del Consiglio?
M – Silvio Berlusconi.
G – Seeee… Sia serio, sono uscito dal coma non dal Corrierino dei Piccoli. Le chiedo notizie non faccia il Vernacoliere. Chi è il Presidente del Consiglio?
M – Silvio Berlusconi.
G – Va beh, non le credo. Andiamo oltre. Quanto vale la Lira?
M – La Lira non c’è più. Ora c’è l’Euro! La moneta europea
G – Ma cosa dice? Si chiama ECU!
M – No Euro.
G – Uhm… Vediamo. Cosa danno stasera in TV… Sui Rai Uno?
M – C’è una trasmissione con Raffaella Carrà!
G – Raffaella Carrà? Ma avrà… 70 anni!! E Mike che fa? Sarà morto!
M – Mike Bongiorno fa le pubblicità per Infostrada. Per Internet! Con Fiorello!
G – Cosa cazzo è Internet e soprattutto che cazzo è un Fiorello? Quello de “l’amore è bello?”…
M – Non proprio…
G – Vediamo… Chi è il Presidente degli Stati Uniti?
M – Obama. Il primo presidente nero della storia!
G – Ehi gargiulo! Non prendere per il culo… Dai.
M – Giuro.
G – E allora il Presidente dell’Unione Sovietica è Peppone?
M – Non c’è più l’Unione Sovietica. Ora c’è la Russia e basta. E’ iniziato tutto con la Perestrojka.
G – Oh cazzo gli americani hanno usato le armi chimiche ‘sti bastardi: la perresroica… E quindi il nostro sogno comunista? Finito? Abbiamo almeno occupato l’Afghanistan?
M – Non i russi, ma gli Americani sì.
G – Ah, si sono dati il cambio. Capisco. E mi dica: La Fiat, la fabbrica per cui lavoravo c’è ancora?
M – Sì, ma l’Avvocato non c’è più, ora la guida Montezemolo. Hanno lanciato da poco la 500!
G – Montezemolo? Quello che non faceva un cazzo? La 500? E la 127 no?? Che peccato. Uh bastalà.
G – Ma gli operai comunisti di Mirafiori che dicono?
M – Ehm… Han votato tutti per la destra, per Berlusconi…
G – …
M – Tutto bene Gerolamo? Comunque Torino è bella, è cambiata… Abbiamo avuto anche le Olimpiadi Invernali tre anni fa.
G – Cazzo! Lo dicevo io che cambiava anche il clima. Con quella nevicata! Ora ci sono anche gli impianti di risalita in Piazza Castello!
M – Ma no, che dice…
G – Fuori che tempo fa?
M – Beh, nevica da 3 giorni e in città manca il sale.
G – Vede? Siamo alla glaciazione. Manca pure il sale. Che disastro.
G – Ma mi dica… Cosa è ‘sto suono, ‘sta musichetta balenga? … Vedo tutti che parlano con i Walkie Talkie.
M – Sono i telefonini, tutti ne hanno uno.
G – Ah. E perché?
M – Non lo so, ma tutti ne hanno uno. Anzi più di uno.
G – Siamo in guerra? Manca il sale e tutti parlano con i … Come li ha chiamati? Telefonini? Mah…
G – Un’ultima domanda… Ma perché quel signore mi sta puntando contro uno di quei cosi? Di quei telefonini?
M – Le fa una foto! E poi la pubblica sul blog o su Facebook
G – Ma come una foto? Non era un telefono? E cosa cazzo è un bloc? E feisbruck cosa diavolo è?
M – Lasciamo perdere, è un po’ complicato…
G – Capisco… Mi dica solo una cosa. Come va con il partito. Il mio partito. Il PCI!?
M – Ehm… Non esiste più.
G  – …
M – No, non si spaventi! E’ diventato PDS e poi DS e ora sono tutti confluiti con la Margherita nel Partito Democratico.
G – … Margherita…
M – Sì. Parte degli ex DC. Ora lo guida Veltroni… Ma han perso.
G – …
M – Non parla più?
G – …
G – Quindi non esiste più il PCI? Non c’è più l’Unione Sovietica. L’Italia la guida quello che fa la pubblicità di Aiazzone, mi sono perso la Juve in serie B e tutti mi puntano addosso dei walkie talkie e mi fanno delle foto per i loro bloc. Senta…
M – Mi dica.
G – Non può darmi una botta in testa? Preferirei tornare a dormire.
M – Non posso.
G – Va beh, aspetto mia moglie, sicuramente mi uccide lei, visto che non ho sicuramente comprato il latte tappo rosso che lei voleva… Porca paletta.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

4 commenti

  1. Ooops … un refuso.
    Sì, è vero mi sono ispirato a quel personaggio di Avanzi.
    Peccato che il bravo attore che lo interpretava sia poi passato a fare i Cesaroni (Antonello Fassari)…

  2. Axell, sono indeciso se assegnare la Palma d’oro a te o a quei mattacchioni di Spinoza. Fammici pensare un mesetto e poi ti dico… 🙂

    Ps: ho contato fino a dieci prima di commentare, come scritto nel form, ma tra il 1987 e il 2009 sono ancora convinto che siano 22 anni e non 12… ma te l’hanno già scritto 😉