Collonizzattion…

mappa-politica-sardegna1La Sardegna è una terra bellissima.
Un piccola “nazione” nel cuore del Mediterraneo, abitata da gente intelligente e capace.
Ai poveri Sardi forse sembrerà strano che il candidato per il popolo delle libertà (lo scrivo in minuscolo perché mi fa ridere come nome) sia niente popo di meno che… Il Cavalier Silvio Berlusconi. Sì, perché nei manifesti della campagna elettorale per il rinnovo del “parlamentino” dell’Isola c’è solo il suo nome.
L’antagonista e governatore dimissionario è il bravo Renato Soru (che stimo parecchio) mentre nessuno sa come si chiami il candidato della Destra.
Pare sia proprio il nostro Cavaliere, che stasera, durante un’intervista elettorale di 10 minuti sul TG2 (!!!) si è lanciato in una serie di luoghi comuni deliranti e ci ha donato anche una piccola gaffe… (una tra le tante, come si fa ad accorgersi del misfatto?)… Ha detto: – Io amo questa terra, ne sono anche “colonizzatore”…
Ehm. Forse è la stanchezza (il PIL crollato è stato un bagno nelle mutande) o forse è veramente un burlone, ma “colonizzatore” non mi sembra che suoni molto bene.
O forse ho sentito male io? Magari voleva dire “colono”…  (ho cercato la registrazione del TG, ma senza senza successo, il sito della Rai, anche se è stato rinnovato, fa veramente cagare)
In bocca al lupo ai Sardi, spero che il destino non vi doni qualche brutta sorpresa.

Votate Renato Soru please.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

10 commenti

  1. Ciao, io sono di olbia e domani voterò convintamente per soru.
    Non solo e non tanto perchè questa psuedo destra neofascista-populista-berlusconiana mi fa schifo. Il bello, cioè, è che stavolta non voto contro qualcuno o qualcosa, ma PER.
    Stavolta voto per una persona che ha elargito parecchi soldi agli studenti fuori sede come me che hanno seguito corsi universitai che nell’isola non c’erano. Per non parlare dei tantissimi fondi stanziati per il post-laurea (la sardegna e la puglia sono le regioni più all’avanguardia da questo punto di vista). E poi voto per tutto il buono fatto riguado al versante ambientale, su cui sono state fatte finalmente cose concrete (in buona sostanza: divieto di costruzione vicino alle coste).
    E poi per la serietà, che non è mica poca cosa in questo triste periodo di nani, ballerine e gasparri.

  2. Allora Francesco… Convinci 10 amici a votarlo. Convinci chi conosci. Combatti. Se no vince il Nano populista, che ricorderemo tra 10 anni come una delle cose più nefaste della nostra storia.

  3. ahah grazie per la dritta, ma, vedi, è da anni e anni che combatto, o almeno ci provo, contro l’idiozia berlusconiana (del resto, Don Chisciotte mi sta simpatico)

    Riguardo a Soru, staremo a vedere cosa succede adesso, nelle elezioni di domani e dopodomani… comunque sono fiducioso. Ti consiglio un libro, se posso. E’ uscito proprio in questi giorni, è l’ultimo libro di Flavio Soriga (bompiani) e si intitola L’amore a Londra e in altri luoghi. O anche quello suo precedente, Sardinia Blues. Entrambi bompiani e bellissimi, rappresentazioni stupende di una sardegna contemporanea, oltre (e soprattutto!) che dei giovani che la abitano.

  4. “In bocca al lupo ai Sardi, spero che il destino non vi doni qualche brutta sorpresa.”
    Questa frase è assurda.
    Non è il destino che dona le sorprese, SONO I SARDI STESSI CHE DECIDONO.
    Ma ti rendi conto di quello che scrivi?
    Rileggi?

  5. Il destino ha fatto vincere (stravincere) il centrodestra.
    Malgrado i sardi volessero far vincere il centrosinistra, si è messo di mezzo il destino, mannaggia….

  6. Spero che ora non spuntino villaggi come funghi, autostrade nel nulla, cemento ovunque… (vedremo)…
    In ogni caso ha vinto Silvio, lo ha anche detto “Sono Presidente anche della Sardegna”… Per lui è un RIsiko…