Quel che resta…

Blanca!Sono qui che tento di scrivere un post, da un paio di ore. Ma non ci riesco, sarà che dopo questi due giorni intensi mi fa male qualsiasi pezzo del mio corpo, comprese le mani, sarà che non so cosa scrivere. Sono dibattuto. Sono stati giorni bellissimi, preceduti da un bel clima organizzativo e creativo.
Webdays ha dato il via alla danze, con sorprese e inaspettate presenze. Tantissimo pubblico, soprattutto di non addetti al lavori. Moltissimi “over 60”, il classico pubblico di Webdays, ma come diceva l’amica Lara, “si respirava già aria di Barcamp”. Primo obiettivo raggiunto. Allargare la “massa critica” con interventi divulgativi mirati.
Quei contenuti che hanno la funzione di “porta di ingresso”.
Il Circolo dei Lettori è piaciuto a tutti. Noi un certo senso lo abbiamo subito. E’ un posto delicato, bellissimo, ma delicato, con regole molto rigide e con persone molto molto attente al rispetto di queste regole. Proteggono la loro creatura con tutto loro stessi e ne hanno ben ragione. E’ un patrimonio di tutti, un piccolo tesoro di cui andiamo fieri.
Il Barcamp è iniziato con un po’ di pigrizia, anche sei i primi arrivi sono stati alle 9.00, quando ancora la maggior parte degli organizzatori non era arrivata.
E’ stato un Barcamp di tutti, pieno di gente che ad un Barcamp non era mai stata. Pieno di gente che Torino non l’aveva mai vista e pieno di “relatori” che non sapevano come fare per prenotare i loro interventi … avendo poca dimestichezza con la “democratica” bacheca.
Non so se è stato il Barcamp dei “contenuti”, sicuramente è stato quello delle persone, delle gente e ripeto… anche della gente che un barcamp non lo aveva mai vissuto.
Avevamo oltre 240 iscritti. Dei quali si sono presentati circa in 180, ma abbiamo toccato lo stesso quota 220. Secondo obiettivo raggiunto: le persone dopo i contenuti sono la “seconda porta d’accesso”. O sono la prima?
Io ho parlato con tutti e con nessuno, non mi sono fermato un minuto, ho sentito forse 5 minuti dei 28 interventi che ci sono stati. E ho cercato di far star bene tutti.
Mi scuso per eventuali problemi, sopratutto legati ai turni per il cibo (grandissimo Tombolini ci ha regalato tonnellate di leccornie), al caldo, all’affollamento.
Foto da Sonounprecario (Flickr) Ho cercato di spiegare a più persone possibile lo spirito del Barcamp e mi sono visto ringraziare da persone che non conoscevo e che hanno investito il loro tempo per venire a incontrare questa banda di matti. Compresa la meravigliosa Matilde.
Non so che dire. Un po’ mi spiace. E’ stato tutto troppo breve e io sicuramente mi sto perdendo dei pezzi, delle citazioni. Non abbiatene a male.
Sono contento di aver conosciuto dal vivo: Feba, Zeno, Diego Bianchi, Salvatore, Funky Professor e figliola, Blogaprogetto, la “morbida” Ninna e la simpaticissima Eleonora.
E non posso non citare Gianluca “Macchianera” e signora (dove ci saremo già visti? mah). Due (tra le tante) bellissime sorprese di questo Barcamp tra amici.

Inizio ora a leggere e guardare tutto quello che ha un tag corrispondente a “TorinoBarcamp2008” e mi delizierò di cose che non ho visto.
Su Flickr queste… Ma da non perdere l’originalissima vista dal basso di Blanca (nella foto qui sopra) e se vi va anche le mie scarsissime foto prese con il cellulare, di corsa, di fretta, come sempre.
Un grazie a tutti, di cuore. Soprattutto ai bravissimi e instancabili organizzatori, con me, di questa due giorni: Vittorio, Maurizio, Arsenio, Giovanni, Elena, Daniela.

E ora appuntamento a Savona/Spotorno… LostCamp. 17/18 maggio. E c’è anche il Papa (magari ha una serie TV che ci vuole raccontare, magari “Settimo Cielo“).

Un consiglio a chi organizzerà i prossimi Barcamp… Lasciate perdere l’organizzazione del pranzo, è uno sbattimento assurdo. Consigliamo di fare 2 pause, il caffè alla mattina e la merenda al pomeriggio (ovviamente tutto targato San Lorenzo!).

Share

Ti potrebbe piacere anche...

18 commenti

  1. Mi pare di avertelo detto che è venuto benissimo sto camp, vero?

    Complimenti, ancora. Che non guastano. 😉

    (Ma morbida tra virgolette è un buon segno? :P)

  2. grazie a te per l’ottima organizzazione. per quanto riguarda gli incovenienti (caldo, cibo, turni ecc.) sono da mettere in conto e, a mio parere, un po’ di sana “spartanitas” rende tutto più bello perchè rafforaza la solidarietà reciproca 🙂
    anche a me ha fatto davvero piacere conoscerti!
    a presto

  3. Siete stati bravissimi. Sulla sede dico solo che sì è bellissima, ma forse “ingessa” un po’ troppo gli eventi che ospita.
    Per quanto riguarda il cibo, a regalare, ovviamente, non solo io, ma la San Lorenzo, ché il mio frigo personale tutta quella roba non potrebbe tenerla! 🙂

  4. @Antonio, non so cosa c’è nel tuo frigo, ma sicuramente la cantina è ben fornita… Cazzo che vini!!! Spettacolo!!! 🙂

  5. Grazie Axell, abbiamo visto che non potevi star fermo un secondo per seguire tutto quanto. Eri così veloce che non ho nemmeno potuto farti uno sgambetto… 😛

    Complimenti ancora, non vedo l’ora del Lost Camp!
    😀

  6. Complimenti per l’organizzazione!
    Barcamp riuscitissimo!
    Concordo anch’io sulla splendida location, solo un pò “ingessata”.

  7. ciao, vorrei iscrivermi al lostcamp (barcamp) ma non riesco a loggarmi sul barcamp.. ci vuole un’invito? io sono di genova e sicuramente siamo in 3 (io e 2 mie amiche) malate fanatiche di lost che vorremmo venire!!
    se puoi aiutarmi a loggarmi/iscrivermi te ne sarei grata!!!

  8. Grazie di tutto, è stato un bellissimo evento!
    Purtroppo mi sono perso l’occasione di conoscere alcune persone, forse le spillette coi nomi erano piccoline… O io ci vedo poco! 🙂