La Sardegna…

Faro di Palau

Alla fine di una vacanza bisognerebbe dire qualcosa, fare il punto. Dire cosa ti è piaciuto e cosa ti ha turbato. Bisognerebbe citare questo e quello, raccontare aneddoti e fare simpatiche battute sul viaggio, sui personaggi incontrati o evitati. Non lo farò, lo risparmio a voi e a me, perché dopo due giorni di ritorno a casa già sto male e sono sicuramente sotto la sindrome del “domani si torna a scuola” e ho la bellezza di … 33 anni!!!
Dirò solo che la Sardegna per quel poco che ho visto è un bel posto, con panorami e luoghi bellissimi, che la Maddalena e Caprera sono bellissime e le loro spiagge favolose, che Porto Cervo, Poltu Quatu e roba simile sono da evitare, che quelli che rovinano tutto sono proprio i riccastri con le loro barche, barchette, barconi, gommoni, navi (volgari)… che il sapore e il colore di quella terra è molto particolare, più di quanto pensassi, che il vento è stato il nostro compagno di viaggio e che tutto costa caro compreso il caffè (che poi è la spregevole marca I Danesi)… ma il colore del tramonto su Porto Rafael visto dal nostro piccolo trullo non aveva sicuramente prezzo… Aiooooo!!!

ps Ale non vi è alcuna traccia del Mirto Verde… Sardi Doc ci han giurato che non esiste… Mah…
pps Suz ho la scorta di patatine Crocchias per te… Si, proprio quelle al pecorino…

ADD ON#1 … Some photos here (Flickr PhotoBlog)

Share

Ti potrebbe piacere anche...

6 commenti

  1. Il mirto verde esiste e l’ho bevuto la scorsa estate. Trattasi del mirto bianco “in versione originale”: in pratica il mirto verde viene filtrato (o una roba del genere) e diventa mirto bianco.
    Non si trova in vendita, solo in alcuni agriturismi o simili…insomma proprio dove si produce il mirto.

    Oppure mi hanno preso in giro e chissà che mi hanno fatto bere in quell’agriturismo in Gallura (però sembrava proprio mirto)!!

  2. Di Caprera mi resta un ricordo malinconico: il letto su cui è morto Garibaldi, rivolto alla finestra aperta sul mare. L’uomo che ha meglio impersonato la figura dell’eroe (operaio, inventore, immigrato clandestino, rivoluzionario, stratega, esiliato) si è spento guardando quel panorama bellissimo ma amaro, quell’azzurro che lo separava dal mondo e dagli uomini.
    Però è un’isola meravigliosa.

  3. Il mirto bianco si produce semplicemente mettendo in infusione le foglie della pianta invece delle bacche.. ciao!