Il tracollo

Quando uno pensa di star bene… quando uno vuole rispettare almeno un decimo degli impegni della settimana… quando uno non ascolta quelli che gli dicono "sta a casa, che non stai ancora bene"… Ecco. Quando uno è un pirla e non ascolta.
Ieri sono uscito dall’ufficio e in macchina mi sentivo svenire, corsa contro il tempo e con un po’ di incoscenza verso casa.
Sto una merda. E me lo merito. L’anno prossimo vaccino! Anzi due. Rientro sicuramente tra le fasce deboli, mio malgrado!
Azz…

Add on – Domenica 15 gennaio
Ecco… visitina al pronto soccorso e diagnosticata simpatica Otite bilaterale.
Una meraviglia. Inizia la sagra degli antibiotici. Per la serie… me la sono cercata. emoticon

Share

Ti potrebbe piacere anche...

ICI

7 commenti

  1. coraggio, Axell… Io la vaccinazione la faccio da tre anni perchè come freelance se mi ammalo non guadagno.
    Però i giramenti di testa ce li ho lo stesso per via della pressione…
    🙁
    Ca ma staga ben!

  2. Il vaccino non cambia molto (l’anno che l’ho fatto devo dirti anzi che ho preso
    + volte l’influ che gli altri anni) ma il fatto di riguardarsi e stare al caldo almeno
    qualche giorno dopo che ti sei sentito meglio è fondamentale! In altre stagioni
    uscire non cambia molto ma calcola che adesso fuori si gela … il tuo fisico dev’essere
    in piena forma per affrontare il freddo torinese! Stai al caldo e vedi di guarire
    per bene 🙂

  3. E’ che il vaccino è un’arma a doppio taglio. Se lo fai è molto improbabile che ti venga l’influenza. Però se lo fai e ti viene un raffreddore, la botta di anticorpi portata dal vaccino fa sì che non ti ammali del tutto. E allora ti viene il mezzo-raffreddore, cioè quella merda di stato di salute che mi porto dietro da 2 settimane.

    Cioè sei lì lì dall’essere raffreddato ma non così tanto da restare a casa malato. Quindi giri come un quasi-zombie, fai quasi-schifo, sputacchi, tossisci ma non troppo, ecc. E non ti passa.

    Roba che ti viene voglia di ammalarti, perché poi dopo passa.

    Ci sarebbe, tuttavia, una soluzione a tutti sti problemini: vivere in altre latitudini, dove “inverno” significa dover mettere il golfino all’aperto nelle sere più fresche.

    Siamo troppo lontani dall’equatore, ecco la nostra malattia…

  4. Io vaccinata come sempre da anni, ma nonostante tutto me la son beccata lo stesso. Ora è passata, ma ha lasciato come strascico una tracheite insopportabile…(cerca di non prendere freddo, berretto di lana, orecchie coperte ;-**)

  5. Te la sei cercata si… se stavi al caldo a guarire l’otite non te la prendevi!
    Ora antibioticati per bene e vedi di ricordartelo la prossima volta 😉