Hotel Virtuali

Habbo HotelUna notizia (segnata dal buon GRunciter) desta il mio interesse.
E’ un articolo di Apogeo On line e parla di Hotel Virtuali e in particolare di una catena di Hotel reali che ha anche Hotel Virtuali.
Ma leggiamo un pezzo dell’articolo/intervista:

Si può andare in un Habbo hotel in qualunque momento. Alla prima visita, si crea un personaggio scegliendo tutte le caratteristiche, dal taglio di capelli al colore di pelle, senza dimenticare abiti e scarpe. Una volta all’interno, si può prendere parte alla vita sociale dell’hotel senza spendere denaro. Alcuni servizi, come mobilio extra per la camera o l’accesso ad alcuni giochi, invece, hanno un prezzo.

“La maggior parte dei nostri clienti non ci paga nulla. Mai”, ha detto l’amministratore delegato di Sulake, Timo Soininen. Ma la possibilità di eseguire micropagamenti con carta di credito e telefoni cellulari sta facendo crescere sensibilmente il flusso delle entrate alla Sulake. Le vendite sono quasi triplicate nell’ultimo anno, raggiungendo i 13,8 milioni di euro, e Soininen dichiara che dovrebbero come minimo raddoppiare ogni anno nei prossimi anni.

La domanda sorge spontanea.
Ma perché?

Share

Ti potrebbe piacere anche...

23 commenti

  1. xchè la gete non c’ha un cazzo da fare e perchè alcuni non sanno come spendere i soldi. e spesso le due categorie coincidono.

  2. Funziona perché ha un livello gratuito coinvolgente, perché si basa sul meccanismo di emulazione e di personalizzazione, e perché è rivolto agli adolescenti. Avete presente i ragazzini omologati, vestiti nello stesso modo, con gli zaini e i diari (e oggi i telefonini) personalizzati, tra applicazioni e scritte? Questo è il mondo che gli utenti si creano dentro Habbo. Sul concetto delle “chat room” si sviluppa un ambiente di gioco e di sboroneria (“guarda che figa la stanza di quello….”) che attiva le dinamiche proprie delle community.

    In Europa del nord funziona che è una meraviglia per diversi motivi:
    * strumenti di pagamento accessibili
    * socialità e comunicazioni “chiuse” invece che “aperte”
    * diffusione accesso a Internet a banda larga
    * screening sociale (genitori, volontariato, ecc) di siti adatti agli adolescenti

    Habbo è moderato, pulito, collabora con l’associazionismo e le Onlus, ha accordi con l’Unicef e promuove una socialità ludica educativa.

    In Italia i problemi sono legati a una mancanza di visibilità sui media (bravo Apogeo Online, ma serve la massa), e strumenti di pagamento carenti. Anche il modello di business è da tarare sulla realtà locale, ma questa non è politica della Sulake.

  3. Azz… ecco Mr Pecus…
    E direi che la risposta è assolutamente … ottima.
    grazie della visita.
    ma qualche aneddoto da raccontare?

  4. Sono una controllatrice di hotel virtuali, precisamente di Habbo Hotel.
    Per quello che avete detto rispondo:
    Messaggio per lo staff di habbo: Dì a http://www.axellweb.com che habbo diventerà tutto gratis e che fanno un’altra chat per bambini
    Messaggio per la Sujake: Se manderete nella community un messaggio che dice il motivo di perchè http://www.sujake.it non fa una chat per bambini… noi controllatrici di hotel virtuali vi abbiamo già avvisato!
    a proposito il mio indirizzo connesso al dominio http://www.habbod.it è
    http://WWW.HABBOKIDS.IT

  5. Sono un ragazzo ke ha kreato 1 persin habbo hotel. Sono un hc , rikko sfondato e me ne vanto. Sono felice di aver inkontrato habbo e voi siete degli scemi a definera habbo 1 droga. Habbo e’ bellissimo e mi anke aiutato a trovare la mia attuale fidanzata ( siamo della stessa citta’)

    x cio’ vi diko habbo e’ bello e se volette nn spendere basta ke nn abbiate il desiderio di una bella stanza.

    caio….. Anonimo

  6. ahahahah..comunque a mio parere habbo hotel fa pressione sulla psiche degli utenti, facendogli apparire reale ciò ke in realtà non è…quanti ragazzini al giorno ruberanno soldi alle proprie famiglie per potersi comprare un bellissimo e sofisticatissimo divano virtuale???Non sottovalutiamo inoltre il reale prezzo per i “””””soldi””””” virtuali…sappiate che il prezzo ammonta circa teoricamente a 3.50 per 15 “crediti”(ricordiamoci sempre che i crediti non sono un bel niente,solo un piccolo sostituto virtuale e psicologico di quelli veri), quando in realtà (scritto come al solito in basso piccolo piccolo) cè da aggiungerci altri 3.50 costo della telefonata…difatti il num. è del tipo 899 e blablabla…mah!! A che livelli potrà mai arrivare la voglia capitalista dell’uomo ,considerando che cercano di impiantartela nei cromosomi già da bambino??

  7. Allora io ho lasciato habbo oggi!!!ragazzi è una droga!!!non riesci piu a farne a meno!!!avrò buttato in figa 75 euro…se ci penso mi vien da ridere!!!spendere soldi per dei mobili virtuali!!!eppuro però è difficile avendo il telefono a portata di mano nojn farteli unba volta e dopo la prima volta che te la fai la ricarica di crediti habbo sei fottuto!!!cominci a fartene altre!!!