Comments generated post

libertà di informazione
Se avete qualcosa da dire, su quello che volete (senza freni), scrivetelo qui sotto nei commenti.
Comments generated content.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

23 commenti

  1. Sono perfettamente d’accordo con i concetti che esprimi in questo post.
    Se posso muovere un appunto io avrei approfondito di più gli argomenti correlati. 🙂

  2. Quando Radio Radicale fece un’operazione simile, dopo un paio d’ore civili, l’etere fu riempito di “Romanisti ebbbrei, forza Laziooo, arivaffanculo!” per 72 ore di fila.

  3. Questo è il difficile sempre. Avere qualcosa da dire di sensato. Fortunatamente una cosa ce l’ho. Più che di scudo spaziale, di giornate ecologice ecc ecc. dovremmo fermarci a guardare a cosa sta succedendo nel mondo degli adolescenti di oggi. Dovremmo riflettere anche sulle persone anziane. Giro abbastanza per la città per lavoro. I vecchi e i giovani sono le persone più maleducate. Un pò di cività non guasterebbe. I giovani di oggi saranno i politici di domani quindi cerchiamo di tirarli su come persone per bene.
    Scusate per il commento un pò lungo e disconnesso ma: è venerdì, tra un paio d’ora parte il w/e, mi è venuto di getto cosi.

  4. Se avete qualcosa da dire sul mio commento, su quello che volete (senza freni), scrivetelo qui sotto nei commenti del mio commento.
    Comments generated comment.

  5. visto che nessuno lo ha ancora fatto, ritengo sia indispensabile parlare di topa! Ma su questo argomento cosa potrei dire di sensato io che la topa la posso vedere solo dall’esterno e non anche dall’interno? Dovrei quindi riloggarmi come donna e fare un discorso con cognizione di causa… anzi di topa. Ma è venerdì pomeriggio e forse preferisco andare a far la spesa alle fornaci.

  6. Mamma, papà, sono gay. Lo so che dirvelo a 32 anni è un po’ tardi.. ma ho scoperto solo ora la mia vera natura e blablabla..

    (no dai è uno scherzo… papà non piangere come quella volta che ti ho detto che mi ero fatta il piercing sulla lingua..)

  7. Non ricordo bene se stamani ho preso la compressa di serenase. Più no che si. Infatti non mi viene ancora sonno.

  8. Potrei esimermi dal partecipare ad un simile esperimento di partecipazione partecipativa?
    considerando che lo studio fa diventare appetibile qualunque cosa, anche questa occasione va sfruttata a dovere pur di perdere tempo! è inutile, più ci si impone di studiare più si sottrae tempo allo studio… Chissà se mai nessuno ha pensato di farci su una teoria scientifica, ma anche no!
    Beh dai mi sembra di aver ammorbato abbastanza questo posto con le mie cacchiate, forse mi sono sfogato un po’ e ora posso ritornare alle mie cartacce!
    buona vita!

  9. Togli il plugin che agggiorna i feed ogni volta che linki qualcosa da delicious, sant’iddio è fastidioso da morire.

  10. Ecco lo scrivo qui…..
    Odio Bush, ma non il bush presidente, odio il Bush uomo, quello che per farsi una vacanza a Roma deve smobilitare tutte le forze armate del pianeta e bloccare un’intera città.
    Ecco l’ho detto !

  11. Vabbè, allora lancio un interrogativo da 100 milioni, che credo sia banale solo in apparenza. Perchè -almeno in Italia- tutti sembrano avere paura del futuro? O così a me pare, sempre di più… Lo si nota guardando la nostra società (qualcuno direbbe “lo specchio rotto”) da mille angolature: conformismo, aggressività, età media della classe politica (quella dominante) in aumento, forte diffidenza verso qualsiasi innovazione artistica, rifiuto della tecnologia (telefonini a parte, e già questo meriterebbe un discorso a sé). Attenzione: non parlo dell’élite ma della massa, e soprattutto dei giovani. E’ solo un fatto di crollo delle ideologie a fare la differenza tra 30-40 anni fa e oggi?

  12. Giorgio che emozione!!!!
    Io penso che sia un problema di élite invece. Nel senso che in questo momento i 40enni non riescono (per incapacità?) a sostituire la vecchia élite. E la vecchia guardia non molla l’osso. Siamo immobili e quindi il conformismo e l’essere conservatori rassicura le masse e mantiene equilibrio. Non sarebbero credibili i 70enni di oggi se lanciassero messaggi di innovazione. I 40enni deputati a sostituirli non hanno una “massa” di riferimento e mancano di capacità e di coraggio “generazionale”.
    La massa di per se non esiste, è un magma confuso che fa sempre quello che decidono i leader, sia negli anni 70, sia ai giorni nostri. Solo che i nostri leader sono ridicoli al momento (cultura, politica, sociale). Concordi?
    Comunque non siamo privi di speranza, bisogna solo aver pazienza, prima o poi tocca a noi 🙂

  13. Grazie per esserti emozionato 🙂
    La tua è una risposta più che plausibile, anche se io non volevo parlare solo di politica. Altri esempi: nel panorama musicale (visto che nella mia vita mi occupo soprattutto di questo) c’è un immobilismo terrificante: c’è gente che ha più o meno 40 anni (come me) e viene ancora definita “emergente”. Non parlo di dj, ma anche di gente che fa rock o pop. Oppure, per restare alla cronaca, quasi ci si stupisce che un calciatore di 22-24 anni possa giocare titolare in nazionale e perfino segnare. Anche in quel mondo c’è chi fa panchina o resta nelle serie inferiori anche fino a 30 anni. Moriremo gerontocratici?
    E poi: il terrore per il degrado del pianeta arriverà a paralizzarci? O qualcuno prima o poi sentirà il bisogno di dare una scossa?