Mamma li turchi

Ma siamo così sicuri che espellere sia la cura?
E siamo così sicuri che ci sia bisogno di una cura?
Cogliere le differenze, analizzare e capirle, aprirsi al dialogo, non scendere a compromessi, diffondere la cultura della multi-cultura. Ma non quella fatta di kebap, corsi di danza del ventre, artigianato low cost e incensi profumati.

Beh, sì, è più facile espellere.

Share

Ti potrebbe piacere anche...

8 commenti

  1. Io sono favorevolissimo all’espulsione di uno che predica la violenza, la segregazione delle donne, ecc. e invita la gente a fare la guerra santa.

    cioè, essere comprensivi e di sinistra non significa giustificare idee e persone bestiali.
    l’islam è una cosa più seria di al qaeda e simili.

  2. Sì, anche io sono per l’espulsione, ma siccome è il secondo Imam che viene espulso sugli ultimi due…
    Mi chiedo se basta… se ci sono altre cose che andrebbero fatte…

  3. Concordo. Io sono stato emigrante per due anni negli USA, si parla dell’era pre Twin Towers ma comunque se mi avessero beccato a fare il Pirla in giro ad incitare alla violenza o robe simili non l’avrei passata liscia e mi sarei ritrovato in breve oltre confine magari abbandonato nel deserto messicano 🙂

  4. quello che dici è giusto.
    ma capire e promuovere la differenza non deve essere confuso con l’accettazione delle eccezioni negative. in questi mesi per interesse e per lavoro ho conosciuto e parlato con molti islamici, che sono i primi a disconoscere e condannare questi falsi imam. la religione islamica non è questa, e proprio per questo, e precisamente per promuovere la multiculturalità, è assolutamente necessario essere rigidi con queste figure. non condannare gli estremismi è una forma più sottile ma altrettanto pericolosa di discriminazione, perchè implica il considerali come parte “normale” di una cultura o religione. vanno invece considerati pazzi come uomini, indipendentemente da quale nome danno al dio che pregano.
    poi, la mia personale convizione è che le moschee andrebbero favorite, e costruite accanto alle chiese, non in periferia. ma questa è un’altra storia.

  5. no io sono contro l’espulsione.

    certi repellenti individui non li voglio a piede libero (nel mio o altrui stato)

    questa gente è da rinchiudere in galera [e qua mi fermo], ma senza sensazionalismi pubblicazioni su giornali ecc… gli facciamo solo pubblicità. in silenzio. 4 poliziotti ti vengono a prendere alle 3 di notte e ti fanno scomparire in un carcere. fine.

  6. Quando in mezzo alle spighe dorate del grano alligna il loglio dalle proprietà velenose, il bravo contadino, senza pensarci più di tanto, lo strappa per preservare il suo tanto sudato raccolto da quest’erbaccia assassina. Morale: tutto ciò che nuoce va sempre e comunque estirpato senza “se” e senza “ma”, altrimenti non se ne esce più da tutti questi buonismi nostrani. Impariamo a decidere e ad agire con tempestività altrimenti siamo e saremo fottuti nel nostro campo di grano. Ciao nèèèèèèè!