Suonano le campane

Torino, Ipercoop, Centro commerciale.
La radio si ammutolisce. Suonano le campane.
Sugli schermi l’immagine di un comignolo. Il comignolo fuma.
La gente con i carrelli si ferma. Guardano i televisori, testa in alto, sorriso e stupore.
Guardo il messaggio di Winston da Roma – fumata bianca –
Sono allegro e non so perché. Sono ateo. O qualcosa di molto simile.
E’ un rito antico. Mi impressionano i riti. Qualcosa che è nel DNA del nostro mondo sempre più moderno e incomprensibile.
Credenti, scettici, immagini, parole, confusione.
Gioia incomprensibile, stupore, parole che sembrano troppo demagogiche, irreali, assurde.
Cosa è tutto questo? Che significato ha tutto questo?
La gente aspetta il Papa nuovo, lui esce, saluta. I carrelli si fermano, le cassiere si fermano.
La piazza di Roma è piena. Il tipo di Fastweb è ammutolito. La signora del palchetti in puro legno è gioiosa.
La guardia si allontana dalla porta girevole.
Parte un applauso. Lento, poi forte, deciso.
L’applauso finisce. I carrelli ripartono, nell’Ipercoop torna la musica, le cassiere sbuffano, la guardia fa la guardia e Fastweb torna ad essere una rete superiore alle altre, le porte girano tranquille. Io esco e sorrido.
Lo sceneggiatore di questo lungometraggio è veramente un personaggio da conoscere.

Continue Reading

Senza titolo

Si. Anche la quiete può nascere in mezzo ad una sana confusione.
In mezzo agli sguardi assonnati di un “nipote” bellissimo che cresce giorno dopo giorno. In mezzo ai sorrisi di un nipote cresciuto che da grandi abbracci, sono in debito di quegli abbracci, lui è in debito di quegli abbracci. La distanza toglie soltanto, non concede di partecipare e condividere. Si può solo immaginare (ma come si fa ad immaginare una vita?).
Dicevo… la quiete.
E con immensa quiete aspetto il mio programma preferito, strimpellando lettere sul fedele ibook, scaricando un browser da oscar e aspettando una settimana che si preannuncia durissima. Ma io ora sono in quiete.

Add on delle 22.08
. Visto Millions… lasciate perdere. L’unica cosa che ti viene in mente alla fine è di ammazzare il bimbo più piccolo. E’ un’incitazione alla violenza su minori minorati.
Qualcuno sa dove trovare Nel bel mezzo di un gelido inverno (A midwinter tale) di Kenneth Branagh?… ho perso il mio amato VHS. 🙁

Continue Reading

Soffre…

Questo governo soffre.
Devono staccare la spina. Lasciarlo morire. Questa è la soluzione.
Dolorosa si, ma non si può combattere contro l’implacabile destino.
Avete fatto tanto per noi. Vi ringraziamo di cuore.
La riforma della scuola, la depenalizzazione del falso in bilancio, il ponte di Messina, il raddoppio della Salerno Reggio Calabria, la riforma delle pensioni, del lavoro, la legge sulla procreazione assistita, un centinaio di condoni, il salvataggio di Rete4, la devolution, …
Ma ora basta. Tornate alle vostre case. Tre di voi lo hanno già fatto (grazie), seguite il loro esempio. Comunque, che sia eutanasia o suicidio non importa…
… basta che vi togliate dai coglioni!
Grazie.

NdB. La ricerca su Google con “Governo Berlusconi Successi” fornisce una buona soluzione.

Continue Reading