Mah…

ulivo

In questi giorni mi sto chiedendo.
Esiste l’Ulivo o l’Unione?
Oppure dovrò votare per la FED? O si chiamava GAD?
Siamo sicuri che questi qui siano alla nostra altezza?
Secondo me sono solo una manica di deficienti.

Add on delle 17.38
Dal sito dell’Ulivo… Proposte di “bellomo” Rutelli:

1. sì all’ Unione e al simbolo dell’Unione nel maggioritario (si ma tutti insieme?);
2. sì al rilancio vero della Federazione dell’Ulivo, risolvendo i nodi irrisolti e dando vita ad organismi politici e iniziative comuni (perché adesso non ci sono? Avete solo fatto i biglietti da visita?);
3. sì alla lista della Margherita nel proporzionale per dare una maggioranza più forte al futuro governo del Paese” (ma come cazzo ragioni? Separati per vincere meglio in matematica?).

Continue Reading

Cancer Zone

SigarettaUn noto ente torinese per l’informatica ha installato in ogni piano una Sala Fumo.
I dipendenti l’hanno subito ribattezzata Cancer Room o Cancer Zone.
Ieri ho avuto il piacere di visitarne una.
Per accedervi è necessario aprire una specie di boccaporto: va garantita la chiusura ermetica taglia fumo (al contrario). Dentro si presenta in modo allegro: pareti bianche vuote, pannelli fono-assorbenti come rivestimento (per il rumore degli accendini?), nessuna sedia, circa 20 mq di spazio, quattro portacenere a colonna negli angoli e aspiratori che non aspirano e che lasciano una simpatica nebbiolina nell’ambiente.
Utilizzo.
Entri da boccaporto (senza farti vedere, per evitare l’effetto Paria). Ti rechi in un angolo, accendi in silenzio la sigaretta, fumi guardando le pareti bianche e respirando il meno possibile per evitare di uscire dal loculo e aver fumato senza accorgertene altre 100 sigarette.
Concludo dicendo che quello è l’unico posto dove è concesso di fumare.
Inquietante, kafkiano e assolutamente disumano.

Nella foto in alto a sinistra uno dei famosi manager dell’ente fotografato mentre compie l’insano gesto di fumare.

Continue Reading

Urban Blog Antipxl…

Visto che a GG piaceva come idea e che in effetti non è una brutta idea, a distanza di appena un anno mi permetto di regalarvi l’antipixel “urban blog” dedicato a chi sul suo blog parla di un luogo, un territorio, un paese, un quartiere, una metropoli, un villaggio di poche anime… Un Urban Blog appunto… Per la Teoria recatevi qui e per inserire il bannerino copia e incollate da qui sotto…
——————————————————————–
Copia e Incolla il testo qui sotto sul tuo blog.


Il risultato sarà questo:

Questo è un Urban Blog!
Torino / Turin / Italy

Ovviamente puoi personalizzare il nome della Città / Località / Quartiere / … oggetto del tuo Urban Blog.
(per suggerimenti, considerazioni, suggestioni, scrivimi una mail)

Continue Reading

Al matrimonio

Bum, bum, bum, prete, abito, famigliari, amici, bum bum bum… riso, yeah “viva gli spoooosiii”!
Bum bum bum, aperitivo, foto, foootooo, i pareeenti, gli amiiiici, i pareeenti della spooosaaaa, bum bum bum.
Antipasto uno, antipasto due, antipasto tre, primo uno, primo due – Sorbetto!!! Bacio bacio bacio bacio!!! Viva gli spooosi!!! Il pianista suona, la gente balla… i bambini corrono intorno ai tavoli. Secondo uno, secondo due, torta, frutta, caffe’, ammazzacaffe’… Viva gli spooosiiiii… Bomboniera. Bum bum bum bum.
Bum, bum, bum… Mal di testa. Bum bum bum, mal di testa…

Continue Reading

Cose che uno vorrebbe far per star bene…

Esistono periodi della vita in cui sembra che il tempo ti scorra addosso.
Gli attimi diventano giorni, mesi, anni. Come se uno fosse chiuso in un limbo, con l’impossibilità di riappropriarsi della propria vita di cui evidentemente e naturalmente ha perso il controllo.
In questi periodi io provo ogni tanto ad astrarmi e a pensare cosa mi darebbe pace e cosa vorrei fare per me stesso.
Ecco la lista di oggi…

0. xxx
1. Passare una settimana al mare da solo.
2. Una buona serata con gli amici di sempre…
3. Una dose di libri da divano indisturbato e con cibo a portata di mano.
4. Una corsa in spiaggia dopo l’ufficio.
5. Un bel giro tecnologico nei miei templi tech cittadini
6. Camminare in mezzo al mercato del pesce di Chioggia e ascoltare i racconti dei pescatori e dei turisti.
7. Ricominciare a scrivere il mio libro.
8. Insegnare in più università.
9. Un viaggio a NewYork.
10. Tornare in Andalucia per un paio di mesi.

(La vostra lista?)

Continue Reading