La fede

Io ho molte fedi. Le coltivo dagli anni, alcune dalla culla.

Sono tifoso del Toro. Per fede (il mio primo pupazzo nella culla era un “Ciccio Graziani” in versione peluche). Non è che la cosa mi abbia mai ripagato molto. Ma la fede è fede, non è un patto di scambio.
Sono fan della Apple da sempre. E per fede spesso non ne vedo le incoerenze (soprattutto quando mi butto su un accessorio che dovrebbe costare 10 e invece miracolosamente, e per fede, costa 100).

Da piccolo tenevo per gli indiani e un po’ anche per i poveri giapponesi, popolo fantastico, che ci ha regalato Gundam e Goldrake, oltre al sushi.

Sono anche di sinistra (sì, non mi manca nulla) e per fede andrò a votare alle primarie del PD.

Perché non ho alternative, questo è il problema. Voterò per Bersani perché è una brava persona, ma lo faccio soprattutto  perché non voterei mai per Renzi (che mi sta profondamente sugli zebedei). Detto questo. Non si può votare un partito o una persona per fede.

Direi che questa è l’ultima volta.

La prossima volta invece di mettere 10 idee sarebbe stato meglio mettere 10 soluzioni. Le idee sono belle, le soluzioni sono coraggiose e utili.
Ma tant’è…

(e partirono cori di “e sticazzi?” dalla folla circostante)

Share

Ti potrebbe piacere anche...