Inquinati per scelta

inquinamento_atmosferico

E’ una settimana che dicono che Torino è la città più inquinata d’Italia e uno delle più inquinate del mondo (e se lo dice l’Economist).
A parte i dati che possono anche essere interpretati, corretti e bla bla bla … Qui a quanto pare è un problema strutturale (ok, lo dicono tutti, politici e non da anni), ma pare che per quanto possa fare la mia città in tema di prevenzione in realtà la cosa non dipende proprio (solo da noi). E’ colpa della Pianura Padana, delle Alpi e bla bla bla… (ma le Alpi e la Pianura Padana non ci sono da un po’ di anni?). Quindi è un problema strutturale non della città, ma di intere regioni.
Pare che il rischio più alto sia dovuto alle polveri sottili (il famoso Pm 10) e che le auto siano in gran parte la causa (oltre a un meteo strano che impedisce il regolare “ricircolo dell’aria”, alla carenza di precipitazioni e al riscaldamento delle case).
Io non sono un esperto e non voglio esserlo, ma direi che forse se le auto sono un problema questo problema vada affrontato.
A Novara nel febbraio 2012 è stata fatta una delle ultime prove di targhe alterne in Piemonte. I risultati parlano chiaro: se circolano meno auto il PM10 crolla (addirittura se parliamo della metà delle auto).
Fossi un pubblico amministratore farei targhe alterne per una settimana e blocco totale nei WE, con buona pace di tutti.
Tutti rischiamo… Ma il problema è che non si farà. La paura del’elettore è più elevata del rischio di malattie gravi che questo inquinamento porta a tutta la cittadinanza.
La solita storia insomma.
E da lunedi io torno in bicicletta. Con due mascherine.

Share

Ti potrebbe piacere anche...