Dinosauri ovunque…

OLYMPUS DIGITAL CAMERAI bambini (almeno il mio, ma penso molti) passano delle fasi più o meno lunghe in cui si concentrano in un tipo di gioco e argomento e non cagano più l’universo mondo. Siamo passati dal castelli, al western, ai draghi, agli zoo, ai circhi… E ora siamo ai dinosauri.
La cosa che più mi piace di queste “fasi” è che i bimbi si impadroniscono dell’argomento, lo fanno proprio, lo interpretano… Diventa una parte di loro. E a volte diventano così curiosi da sconfinare dove meno te lo aspetti, con domande che francamente hanno risposte più o meno difficili, più o meno praticabili.
È bellissimo vedere il mio pargolo ripetere i nomi (difficilissimi) di questi animaloni estinti. Ed è bellissimo avere la casa piena di disegni e di pupazzi di tutti i tipi.
Lo so, è una fase, e come tutte le altre passerà… Ma è uno spasso vedere un cucciolo affrontare un mistero bellissimo come quello dei dinosauri come se fosse un “studioso” e trarre le sue conclusioni.
È da un po’ di giorni che Lorenzo ha approvato la tesi della “meteora” come motivo di estinzione di massa, per poi asserire che allora… Se ne cade un’altra a breve siamo fritti, perché se sono schiattati gli animaloni figurati che fine possiamo fare noi. In effetti.

(intanto vi consiglio, se non lo avete già visto di guardare A Spasso Con I Dinosauri – Walking With Dinosaurs)

Share
Continue Reading

Genova…

L’ennesima alluvione.
L’ennesima dimostrazione che siamo un Paese che non sa e non vuol sapere. Che non impara dai suoi errori e dalle sue disgrazie. Pochi anni fa morirono anche due bambini piccoli. Contiamo le vittime e ridiamo sulle ricostruzioni. Non facciamo nulla.

In Italia abbiamo deciso che la politica migliore è quella del non fare. Che la scusa migliore sia che siano (sempre) gli altri a sbagliare.

Un esempio così eclatante è difficile da trovare.
Onore alla coriacea Genova, città che domina l’acqua da sempre e che si fa travolgere da 4 torrenti dimenticati.

Provo vergogna come Italiano.

 

Share
Continue Reading

Tornati.

Tornati da pochi giorni dalla ferie. Due settimane di vacanza che ti fanno riassaporare cosa vuol dire “tranquillità” e soprattutto “amore”.

Amore per le piccole cose e per le persone speciali.

Amore per te stesso.

(in ogni caso se volete approfittare del mio strano buon umore fatelo adesso, perché sento che sta già svanendo).

Buon settembre a tutti.

Share
Continue Reading