Alex Schwazer

Questo ragazzo mi fa pena. Mi fa compassione, non riesco a giudicarlo in modo negativo, anche se probabilmente la vicenda è più torbida di quello che sembra. Ma sentire una ragazzo della sua età affermare che lo sport che fa (faceva) è (era) solo una condanna non è bello. Lo faceva solo perché gli veniva bene e vinceva. Questa è una fotografia esauriente dell’epoca in cui viviamo: siamo spesso animali da circo, che fanno cose che non vorrebbero fare solo perché la società, in un certo senso, non ti permette davvero di fare delle scelte. Vedremo come va a finire. In ogni caso forse il doping gli ha salvato la vita. E speriamo che quella nuova per lui sia meglio.

ps Ora sarebbe bello capire quanti invece si drogano, vincono e non se ne sa assolutamente nulla, sarebbe bello, ma non sarà.

Share

Ti potrebbe piacere anche...